TRAVEL ART SRL -

DOLOMITI FRIULANE, L’INCANTO DELLA CARNIA

Italia & Europa
Collezione Viaggi

TOUR DOLOMITI FRIULANE, L’INCANTO DELLA CARNIA

Storia e antiche tradizioni, scenografici panorami montani

e specialità gastronomiche

4 giorni dal 15 al 18 luglio 

dal 5 all'8 agosto

L’esperienza che vivrai : Visita  di un caratteristico prosciuttificio con degustazione

 

1° GIORNO: LUOGO CONVENUTO – SPILIMBERGO - TOLMEZZO

Incontro dei partecipanti nel luogo convenuto e partenza per il Friuli.

Arrivo nel primo pomeriggio nella provincia di Pordenone, premiata nel 2020 come prima città italiana per qualità di vita e porta d’ingresso della regione Friuli Venezia Giulia.

Sosta a Spilimbergo e visita del  borgo medioevale noto come la “CITTA’ DEL MOSAICO”, grazie alla sua “Scuola Mosaicisti del Friuli”, rinomata in tutto il mondo, che nel 2022 festeggerà il suo centenario. Ma Spilimbergo è molto di più; possiede infatti un centro storico incantevole che le è valso nel 2012 il titolo di “Gioiello d’Italia”, splendido balcone sul fiume Tagliamento. Dopo la visita guidata alla Scuola Mosaicisti e al suggestivo centro storico, proseguimento per i dintorni di Tolmezzo. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

 

2° GIORNO: TOLMEZZO - ILLEGIO  e la  VAL RESIA

La giornata si snoderà alla scoperta delle tradizioni dell’Alto Friuli, iniziando con la visita guidata di uno dei musei etnografici più importanti d’Europa, il museo Carnico delle Arti Popolari, allestito nelle sale del secentesco Palazzo Campeis, nel centro storico di Tolmezzo. Il materiale esposto, riguarda tutti gli aspetti della vita, delle tradizioni e dell'arte della Carnia dal XIV al XIX secolo, ed è raccolto in trenta stanze. E’ per questa ricchezza che è considerato uno dei musei etnografici più importanti a livello europeo. Al suo interno si possono così ammirare la cucina col "fogolâr", la camera con armadi e cassepanche intagliati, il tinello, le botteghe degli artigiani. Vi sono poi specifiche sezioni dedicate ai lavori tradizionali, ai ferri battuti, ai pesi e misure, ai costumi popolari, alla tessitura, ai ricami ed ai pizzi. Di grande interesse per la storia del costume, la ricca collezione di ritratti che animano le pareti del Museo. Una sala, interamente dedicata alla religiosità popolare, documenta anche questo aspetto di fondamentale importanza nella vita quotidiana delle genti carniche. Fra le curiosità, una ricchissima collezione di maschere e una pregevole raccolta di strumenti musicali. Al termine, trasferimento nel suggestivo borgo di Illegio per una passeggiata ed una sosta caffè, prima di giungere in Val Resia. Dopo un ottimo pranzo a base di prodotti tipici del territorio, seguirà la visita guidata di due piccoli ma suggestivi musei: il Museo della gente della Val Resia, che ci consentirà di comprendere le caratteristiche culturali ed etniche presenti solo in questa valle della popolazione locale ed il Museo dell’Arrotino, unico nel suo genere. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

 

3° GIORNO: SAPPADA e la VAL PESARINA

La giornata sarà dedicata alla visita di due perle montane del Friuli Venezia Giulia: Sappada e la Val Pesarina. Sappada è un piccolo gioiello nel panorama dolomitico, con una lunga tradizione turistica, in quanto qui il turismo affonda le sue radici dalla fine dell'800 ed è per questo che è una montagna dalle mille attività, ma che ha saputo mantenere intatti i suoi sapori e le sue tradizioni. La Sappada Vecchia è caratterizzata da nove borgate storiche, dove gli edifici in legno e la cura con cui sono tenute le case ed i borghi, rivelano l’origine tirolese della comunità. E’ possibile visitare anche il museo della Prima guerra mondiale.

Dopo il pranzo con degustazione di piatti tipici, rientro a Tolmezzo attraverso la Val Pesarina, conosciuta anche come “Valle degli orologi”, con sosta nel suo centro più conosciuto, il piccolo borgo di Pesariis, tutto in pietra, incastonato tra le montagne, da visitare per i suoi orologi meccanici all'aperto, alcuni mossi dall'acqua, altri da un motore elettrico che muove tutta una serie di ingranaggi e per il museo a tema. Rientro in hotel a Tolmezzo per la cena. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

 

4° GIORNO: SAN DANIELE DEL FRIULI – LOCALITA’ DI PROVENIENZA

Rilascio delle camere riservate e partenza per il rientro con sosta a San Daniele del Friuli per la visita guidata del suo suggestivo centro storico. Adagiato su una collina, San Daniele è il centro principale del Friuli Collinare: da qui si gode di panorami infiniti su dolci distese ondulate.
La cittadina è considerata una delle perle del Friuli Venezia Giulia, conosciuta a livello internazionale per la produzione della trota affumicata e soprattutto di un prosciutto dal sapore inimitabile, frutto di una tradizione millenaria e di un microclima unico. Il centro storico è caratterizzato da palazzi e chiese di notevole pregio culturale e artistico come l’Antica Biblioteca Guarneriana con la sottostante loggia, il Duomo di San Michele Arcangelo, la Chiesa di Sant’Antonio Abate e il Portonat… solo per citarne alcuni

Visita  di un caratteristico prosciuttificio a cui seguirà una degustazione.

Al termine, rientro ai luoghi di partenza con arrivo previsto in serata.

 

 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: in via di definizione

 

 

Partenze

DOLOMITI FRIULANE, L’INCANTO DELLA CARNIA  
TOUR DOLOMITI FRIULANE, L’INCANTO DELLA CARNIA dal 15/07/2021    al 18/07/2021  
DOLOMITI FRIULANE, L’INCANTO DELLA CARNIA dal 05/08/2021    al 08/08/2021  


Condizioni generali

DownloadContratto di vendita di pacchetti turistici e scheda tecnica

DownloadGaranzie assicurative - Polizza Multirischi

DownloadGaranzie assicurative - Polizza Sanitaria