TRAVEL ART SRL -

Brasile Films Consigliati

L’ANNO IN CUI I MIEI GENITORI ANDARONO IN VACANZA
L´anno in cui i miei genitori andarono in vacanza (O ano em que meus pais saíram de férias) è un film del 2006 diretto da Cao Hamburger. Il film è ambientato nel Brasile degli anni settanta. Mauro è un ragazzino con una forte passione per il calcio che, durante l´estate del 1970, viene lasciato a casa del nonno a San Paolo dai genitori. L´unica cosa che gli viene detta è che i due andranno in vacanza a tempo indeterminato e tenteranno di tornare prima della fine del mondiale di calcio disputato quell´anno. Ma quando Mauro bussa alla porta del nonno, Shlomo, un ebreo scorbutico e solitario, gli comunica che l´uomo è appena morto. Shlomo è costretto dalla comunità ebraica a prendersi carico del piccolo Mauro, anche se inizialmente la convivenza dei due risulta più ardua del previsto. Fortunatamente Mauro fa amicizia con i bambini del borgo in cui vive e poco per volta inizia a voler bene a suo modo anche a Shlomo, che spinto dalla compassione inizia ad indagare sulla scomparsa dei genitori del piccolo, finché non si ritrova nel bel mezzo di una retata della polizia contro un circolo studentesco presso cui si era rivolto e tutto sembra precipitare.


NATALE A RIO
Natale a Rio è il cinepanettone di Neri Parenti, uscito nelle sale il 19 dicembre 2008.
Fabio è da sempre innamorato della sua collega Linda, ma senza il coraggio di rivelarsi. A causa di uno scambio di indirizzi elettronici, Fabio pensa che Linda lo abbia notato e addirittura invitato a passare con lei le vacanze di Natale in Brasile. Ma quando si presenta in aeroporto, si accorge dell’equivoco: Linda sta partendo con il suo fidanzato segreto Gianni e per di più il motivo del viaggio è presentarlo al padre che vive in Brasile da molti anni. Non potendo più tirarsi indietro, Fabio è costretto a partire come terzo in comodo. Paolo e Mario, due divorziati cinquantenni, hanno organizzato una vacanza lussuosissima a Rio de Janeiro per le feste di Natale. Ignorano, tuttavia, che i loro figli Piero e Marco hanno prenotato un viaggio low-cost per la stessa destinazione. A causa dell’omonimia tra padri e figli, le due vacanze vengono tuttavia scambiate, così mentre i figli si godono ville di lusso e auto superaccessoriate, i padri finiscono in un comico vagabondare, tra ostelli pulciosi e auto sgangherate, per le strade più malfamate di Rio de Janeiro.

LA RAGAZZA DI RIO
Regia di Christopher Monger. Anno 2001
Raymond vive una vita grigia e monotona: ha una moglie fredda e insensibile e lavora come impiegato in una banca. Nel tempo libero può però coltivare il suo hobby preferito, la samba. Un giorno la sua vita cambia drasticamente: scopre infatti che la moglie ha una relazione col suo capufficio, Mr Strothers. Deciso a prendersi una rivincita e a dare una svolta alla sua vita, Raymond deruba la banca in cui lavora e vola a Rio de Janeiro con un unico scopo: incontrare e conquistare una bellissima ragazza che ha visto sulla copertina di "Samba Monthly