TRAVEL ART SRL -

Russia Films Consigliati

IL NEMICO ALLE PORTE (Enemy at the Gates)
un film del 2001 diretto da Jean-Jacques Annaud, con Jude Law, Joseph Fiennes ed Ed Harris. Il 20 settembre 1942, la giovane recluta dell Armata Rossa Vasilij Grigor evi Zajcev giunge a Stalingrado mentre la citt in gran parte occupata dall esercito tedesco. Il suo primo impatto con la guerra difficile, ma in seguito riesce a mettersi in luce grazie alla sua straordinaria abilit come tiratore. Nella nuova veste di cecchino, Vasilij incomincia a mietere talmente tante vittime fra i soldati tedeschi, da attirare su di s l attenzione dello Stato Maggiore tedesco, il quale decide di inviare dalla Germania il miglior tiratore di cui dispone l esercito tedesco, il maggiore K nig, con il compito specifico di eliminare il cecchino russo. I primi scontri tra i due si risolvono a vantaggio del tiratore tedesco che riesce ad eliminare tre compagni di Vasilij. il 3 febbraio 1943, giorno della fine della battaglia, Vasilij trova l indirizzo di un ospedale dove, grazie alle suppliche della madre di Sa a, Tania era stata ricoverata agonizzante, riuscendo a ritrovarla viva, convalescente, e pu riabbracciarla. Il film termina, prima dei titoli di coda, con alcuni cenni storici sul reale Vasilij: il riconoscimento di Eroe dell Unione Sovietica e l esposizione del suo fucile al Museo di Storia di Stalingrado (oggi Volgograd).

CACCIA A OTTOBRE ROSSO (The Hunt for Red October)
un film del 1990 diretto da John McTiernan, tratto dal romanzo La grande fuga dell Ottobre Rosso di Tom Clancy. la prima pellicola a portare sul grande schermo il personaggio di Jack Ryan. Trama
1984. Il comandante Marko Ramius, chiamato "Vilnius Nastavnic" ("Il maestro di Vilnius"), con riferimento alla sua citt natale, comanda la nuova arma costruita dall Unione Sovietica, il sottomarino nucleare della classe Typhoon Ottobre Rosso, dotato di una tecnologia, il caterpillar (propulsione magnetoidrodinamica), che permette all unit di muoversi silenziosamente; con questo mezzo egli segretamente in rotta verso le coste statunitensi.
Il governo statunitense pensa che il comandante stia preparando un attacco. Solo un analista della CIA, Jack Ryan, ritiene che Ramius e il suo equipaggio vogliano in realt disertare, ma ha poco tempo per dimostrarlo: infatti Mosca, venuta a conoscenza della diserzione del suo comandante, dopo che l ammiraglio Juri Padorin ha ricevuto una lettera scritta da Ramius in cui questi spiegava le sue intenzioni, ha fatto salpare l intera flotta per rintracciare il sottomarino ed affondarlo.

OCI CIORNIE
un film del 1987 diretto da Nikita Sergeevi Michalkov, ispirato ad alcuni racconti di Anton echov.
Presentato in concorso al Festival di Cannes 1987, valso a Marcello Mastroianni il premio per la migliore interpretazione maschile[1] e una candidatura ai Premi Oscar 1988 come miglior attore. Una mattina, a bordo di un piroscafo, un italiano di mezza et racconta ad un signore russo la storia della sua vita. Gli narra l incontro tra lui e una giovane russa dagli splendidi occhi neri (oci ciornie), il loro folle amore di una notte e l improvviso abbandono. Tormentato dal ricordo di quella donna, l italiano si reca in Russia alla sua ricerca.


L INFANZIA DI IVAN (Russo: , Ivanovo detstvo)
un film del 1962 diretto da Andrej Tarkovskij. La pellicola tratta dal racconto Ivan di Vladimir Bogomolov, ed stata insignita del Leone d oro al miglior film al Festival di Venezia, ex aequo con Cronaca familiare di Valerio Zurlini.
In URSS, gli spettatori furono 16,7 milioni, il pubblico pi vasto fatto registrare da un film di Andrej Tarkovskij
Seconda guerra mondiale, fronte orientale, linea Stalin, zona del fiume Dnepr. Il dodicenne Ivan, rimasto senza famiglia (padre al fronte, forse morto, madre probabilmente uccisa), si unito prima ai partigiani e poi all esercito regolare sovietico per combattere gli invasori tedeschi. Il colonnello Grjaznov e il capitano Kholin, che si prendono cura di lui al punto che il primo potrebbe forse adottarlo al termine della guerra, sfruttano la sua abilit nel muoversi inosservato in quei luoghi paludosi per inviarlo in missioni esplorative oltre le linee nemiche.
Grjaznov decide di allontanare Ivan dal fronte e mandarlo alla scuola militare, per proteggerlo, ma lui ben deciso a rimanere in prima linea, perch convinto che in guerra solo i vigliacchi e gli invalidi possano sottrarsi all impegno. Quando viene condotto verso le retrovie, scappa da solo in quelle lande desolate, devastate dai combattimenti, ma viene presto ripreso.
Ivan viene coinvolto in un ultima missione. Kholin e Galtsev lo accompagnano attraverso il fiume, fin dov possibile, ma poi attendono invano il suo ritorno dall esplorazione, mentre cade la prima neve.
A guerra finita, nella Berlino occupata dalle forze sovietiche, Galtsev, sopravvissuto ma segnato nel volto e nell anima, negli uffici abbandonati del Reichstag trova casualmente, fra i fascicoli dei prigionieri giustiziati, anche quello di Ivan, scoprendo che il ragazzino stato impiccato.


LA CORAZZATA POT MKIN: ( , Bronenosec Pot mkin)
un film diretto da Sergej M. Ejzen tejn. una delle pi note e influenti opere della storia del cinema, e per i suoi valori tecnici ed estetici generalmente ritenuto fra i migliori film di propaganda nonch una delle pi compiute espressioni della settima arte. Prodotto dal primo stabilimento del Goskino a Mosca, fu presentato il 21 dicembre 1925 al teatro Bol oj. La prima proiezione aperta al pubblico avvenne il 21 gennaio 1926. Il film ambientato nel giugno del 1905; i protagonisti della pellicola sono i membri dell equipaggio della corazzata russa che d titolo all opera, ed strutturato in 5 atti. I fatti narrati nel film sono in parte veri e in parte fittizi: in sostanza si pu parlare di una rielaborazione a fini narrativi dei fatti storici realmente accaduti e che portarono all inizio della Rivoluzione russa del 1905. Infatti ad esempio il massacro di Odessa non avvenne sulla celebre scalinata, bens in vie e stradine secondarie, e non avvenne di giorno ma di notte.


LA CASA RUSSIA (The Russia House)
un film del 1990 di Fred Schepisi. tratto dall omonimo romanzo del 1989 di John le Carr . Nei primi anni della glasnost , durante la fiera dell audiolibro a Mosca, il rappresentante inglese Nicki Landau riceve dall affascinante Katya Orlova tre quaderni e una lettera, da consegnare segretamente all editore inglese Barley Blair; discendente da una famiglia di editori, il brizzolato Barley, viene ritrovato a Lisbona: agenti inglesi della cosiddetta "Casa Russia", il cui capo Ned, ed agenti americani, con a capo Russell, lo interrogano a lungo. L editore dichiara di non conoscere affatto Katya, ma di aver incontrato pochi mesi prima a Peredelkino (dove c un villaggio di scrittori, e dove sepolto Boris Pasternak) un intellettuale russo, che tutti chiamavano "Dante" che gli aveva fatto promettere che avrebbe collaborato lealmente con lui,. Convintisi infine della sua sincerit , gli agenti segreti costringono il riluttante editore a diventare spia, e lo mandano a Mosca, dove incontra Katya, della quale s innamora profondamente. La donna, che divorziata e con due figli e con lo zio Matvej, gli rivela che Dante Jakov Saveljev, un fisico geniale (da lei amato da giovane), che ora lavora a Leningrado, dove aspetta l editore, al quale infatti consegna il quarto e pi importante quaderno, rifiutando, per , di incontrare le autorit occidentali e chiedendogli ancora di pubblicare il suo manoscritto.
Dopo un burrascoso colloquio con un colonnello americano, e dopo essersi sottoposto alla prova con la macchina della verit , Barley viene rimandato a Mosca, dove ha un incontro d amore con Katya, insieme alla quale apprende poi che Jakov stato scoperto e sar ucciso. Blair, deciso a salvare Katya e la sua famiglia, tradisce il proprio paese, riferendo al servizio segreto sovietico ci che sa, in cambio della promessa che la donna e i suoi potranno lasciare liberamente la Russia. Nei servizi segreti occidentali scoppia naturalmente un cataclisma, ma Ned comprende le motivazioni di Barley, che in seguito torna a Lisbona, dove, poco tempo dopo lo raggiunge Katya con la famiglia.